Facebook: Zuckerberg, ci vorranno “anni” per risolvere i problemi di privacy

Di affaritaliani.it del 02/04/2018

Privacy, Zuckerberg: “Vorrei risolvere i problemi di Facebook in pochi mesi, ma…”

Ci vorranno probabilmente “diversi anni” per risolvere i problemi di Facebook, quelli relativi all’utilizzo e trasferimento irregolare dei dati privati degli utenti: parola di Mark Zuckerberg, che ne ha parlato al sito di notizie Vox.

Facebook: Zuckerberg: “Uno dei problemi di FB è il suo idealismo”

Nell’intervista il ceo di Facebook ha difeso il modello di business della societa’ e respinto le critiche del Ceo di Apple, Tim Cook la scorsa settimana. Zuckerberg ha sostenuto che uno dei problemi di Facebook e’ il suo “idealismo”, il fatto che si sia concentrato sugli aspetti positivi del connettere le persone: “non abbiamo speso tempo a sufficienza nell’investire, o pensare, ad alcuni degli usi negativi degli strumenti”.

Privacy, Zuckerberg: “Vorrei risolvere i problemi di Facebook in pochi mesi, ma…”

“Penso che le persone ora siano giustamente concentrate sui rischi e le conseguenze negative. Usciremo da questo cunicolo, ma ci vorranno anni. Vorrei poter risolvere tutti questi problemi in tre mesi o sei mesi, ma penso che la realta’ sia che la risposte ad alcune di queste domande richiedera’ un periodo piu’ lungo”.

Facebook: Zuckerberg replica a Tim Cook (Apple)

Zuckerberg ha anche risposto alle osservazioni fatte la scorsa settimana da Cook, secondo cui Facebook si e’ messo nei guai a causa di un modello di business incentrato sulla monetizzazione dei dati delle persone. “Trovo che l’argomento: ‘se non paghi, in qualche modo non mi preoccupo di te’, sia estremamente riduttivo e non del tutto in linea con la verita’”.

Facebook: Zuckerberg tenta di tamponare lo scandalo dei dati di Cambridge Analytica

L’intervista e’ l’ultima di una serie con cui il patron di Facebook tenta di mitigare l’impatto dello scandalo provocato dai dati personali dei 50 milioni di utenti utilizzati da Cambridge Analytica, la societa’ collegata alla campagna elettorale che ha portato il repubblicano Donald Trump a divenire presidente degli Stati Uniti